Ecco la classifica delle vulnerabilità 2015

E’ appena finito il 2015 ed è ora di vedere quali software hanno avuto più problemi.

Il 2015 appena terminato è stato caratterizzato dalla divulgazione delle informazioni dell’ Hacking Team da parte del sito Wikileaks. Questa azienda specializzata nell’offerta di spionaggio informatica a grosse aziende e governi, aveva scoperto grosse falle nei software Adobe come il Flash Player, Air e Acrobat Reader, obbligando la stessa azienda a rilasciare aggiornamento 1 – 2 volte la settimana.

Ma il Flash player non occupa la prima posizione della classifica, bensì la terza, perché il primo e il secondo sono occupati dai software di Cupertino: al primo il Mac OS X e al secondo iOS, mentre Windows 7 si piazza al 14 posto.

Insomma anche quest’anno possiamo sfatare il mito ‘Compro Apple perchè immune da virus‘!

I dati li troviamo pubblicati sul sito CVE che raccoglie e organizza i dati forniti dal National Vulnerability Database (NVD) e allego immagine della classifica.bug_top_50_2015

Ricordatevi che le aziende hanno politiche diverse di comunicazione dei bug di sicurezza. Ancora una volta, questa lista dipinge un quadro del numero di vulnerabilità note al pubblico, non di tutte le vulnerabilità, né della sicurezza generale di un determinato software.

In conclusione, per chi lavora in ambito IT è chiaro che gli aggiornamenti dei sistemi operativi è importante al pari dei software di terze parti e vari plugin e ragionare sul rimuovere i software Adobe per usare alternative; se ci pensiamo dai cellulari il flash player è stato rimosso anni or sono e il web è maturato intorno al HTML5

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi